TUTTI I MODELLI DI BICICLETTA

Modelli di bicicletta e caratteristiche

Oggi cominciamo ad elencare i vari modelli di bicicletta e le loro caratteristiche.

1) BICICLETTA DA PASSEGGIO :

Fa della robustezza e della comodità d’uso i suoi punti di forza : proprio perchè utilizzata in contesti urbani e quindi per gli spostamenti lavorativi o comunque per l’uso “civile”, adotta parafanghi e paracatena (carter), per evitare quanto piu’ possibile che il conducente possa sporcarsi. E’ monomarcia e dispone di un manubrio ampio che consente la guida eretta, posto all’altezza o poco piu’ alto della sella, altrettanto ampia e comoda, portapacchi posteriore, luci anteriori e posteriori e campanello. Il sistema frenante solitamente adottato e’ quello tradizionale “a pattino”; in alcuni modelli si adottano freni a bacchetta. A seconda che sia un modello da uomo o da donna, il tubo superiore del telaio è orizzontale o ricurvo.

 

2) CITY BIKE :

Quanto detto per la bicicletta da passeggio va bene anche per la city bike, che si differenzia dalla precedente essenzialmente non solo per l’adozione del cambio, ma anche per la sua linea un pò più sportiva. Le ruote vanno da 26 a 28 pollici, con pneumatici più o meno scolpiti. Il telaio di solito è in acciaio o in alluminio.

3) BICICLETTA DA TURISMO :

E’ il mezzo adatto a lunghi spostamenti con la possibilità di trasportare carichi impegnativi sia anteriormente che posteriormente. Bicicletta-da-turismoNasce con la funzione di dover macinare chilometri per lo più su strade asfaltate, ma potendo anche prevedere tratti sterrati o di fuoristrada, oltre che dislivelli anche impegnativi. Per questo le sue caratteristiche principali sono la polivalenza, la robustezza del telaio e il relativo confort per il conducente. Tutto questo si traduce essenzialmente in una bicicletta con telaio con geometrie simili a quelle di una Mountain Bike (denominato ibrido), guarnitura tripla, ruote da 28″ con pneumatici poco scolpiti, manubrio dritto oppure da corsa, che prevede più possibilità di impugnature, freni V-brake e, naturalmente, portapacchi anteriori e posteriori montati su telaio mediante perni di fissaggio su fori predisposti.

4) BICICLETTA DA CORSA :

Nata e pensata appunto pbici-da-corsa-rb1000-team-editioner correre su strada, questa bicicletta ha conosciuto negli ultimi 30 anni un’evoluzione che l’ha portata ad essere, oltre che leggera e performante, sempre più un mezzo quanto più personalizzabile e adattabile alle necessità del ciclista. Dal telaio alle ruote, dal manubrio al cambio, presenta molteplici possibilità per rispondere alle esigenze del conducente che sono legate innanzitutto alla leggerezza, rigidità, comfort e alla prontezza di risposta. Per quanto riguarda la leggerezza, le biciclette da corsa di oggi possono arrivare a pesare 7KG (e anche meno). Partiamo dal telaio, che dà forma alla bicicletta: come dicevamo, l’evoluzione ha portato a rapidi mutamenti nella scelta dei materiali usati per costruirlo. Dal predominio dell’acciaio si è passati al ricorso sempre più massiccio alla fibra di carbonio e, per una nicchia d’elite visti i costi, al titanio. Le forme dei tubi e gli spessori sono variabili per centrare gli obiettivi di leggerezza e resistenza e dipendono anche dai materiali impiegati. Oltre al telaio, grande importanza ha la trasmissione, costituita principalmente da cambio, deragliatore, guarnitura e catena. In commercio sono disponibili vari prodotti ma in generale le biciclette da corsa standard montano una guarnitura composta da una moltiplica doppia generalmente costituita da due corone accompagnate da un pacco pignoni che oggi può arrivare a 11 rapporti. Un altro elemento fondamentale sono le ruote. Anche qui la varietà e’ regina,a partire dal numero di raggi (si va da 16 a 36), per non parlare delle ruote lenticolari, fino al profilo del cerchio, al tipo di copertura (tubolare o copertone con camera d’aria, tubolare o tubeless), fino ai materiali utilizzati per la costruzione; a variare meno e’ il diametro della ruota, solitamente da 28″.

5) BICICLETTA DA CICLOCROSS

Sono pensate per svolgere l’attività ciclistica che si pratica fuori strada. Molto simili alle biciclette da corsa, si differenziano per una maggiore robustezza, per la geometria del telaio, dalle misure più compatte, dal carro (ossia la parte cui è collegata la ruota posteriore) più lungo, dall’uso di freni cantilever e dal passaggio cavi sopra o all’interno del tubo orizzontale (utile per quando si carica la bicicletta in spalla nei tratti in cui si corre a piedi) e dalla forcella più lunga. Adottano una guarnitura solitamente a due corone con rapporti più agevoli rispetto ai modelli da corsa.

6) BICICLETTA DA CRONOMETRO

Nasce dall’esigenza di correre a cronometro ed è fatta per viaggiare su tratti per lo più pianeggianti e dritti e per permettere al ciclista di assumere la migliore posizibicicletta-cronometroone aerodinamica. Per questo è stata studiata una postura che prevede le braccia in posizione avanzata e strette davanti al ciclista, col busto quanto più abbassato e parallelo al terreno. Il manubrio è quindi, visivamente parlando, il componente più caratteristico di questo mezzo: è dotato di prese laterali avanzate e prolunghe aerodinamiche che permettono l’appoggio dei gomiti, con le mani che vanno quasi a congiungersi in avanti. Altra importante caratteristica è il telaio, composto da tubi più schiacciati e filanti e l’uso frequente ma non vincolante di ruote lenticolari. Tutte queste caratteristiche si ritrovano anche nelle biciclette da triathlon.

7) MOUNTAIN BIKE

La mountain bike (abbreviata in MTB) è la bicicletta da fuoristrada per eccellenza, per affrontare pendii pesanti. Anche e forse di più che per i modelli di biciclette da corsa, la varietà è davvero ampia, spesso con caratterizzazioni marcate in quanto si devono prestare ad utilizzi peculiari : è il caso del doMountain-bikewnhill, del freeride, del cross country etc. Questa bicicletta si caratterizza per la sua robustezza ma anche perchè offre grande maneggevolezza e resistenza. Queste caratteristiche si evidenziano nella forma del telaio, più compatto rispetto a quello di una bicicletta da corsa, con una geometria che presenta spesso il tubo orizzontale con un’accentuata inclinazione verso il basso, verso la congiunzione col tubo piantone e indietro (la cosiddetta teoria del telaio sloping) e il tubo reggisella molto lungo. I materiali impiegati per il telaio delle mountain bike vedono l’acciaio sempre più soppiantato da alluminio e da fibra di carbonio. Il cambio conta su una guarnitura composta da tre moltipliche e su un pacco pignoni da 7 a 10 rapporti. Sempre rispetto alla bicicletta da corsa, la mountain bike adotta un cambio posteriore con un bilanciere più lungo per permettere accentuate escursioni alla catena. Altra caratteristica sono le ruote, di spessore accentuato e con tassellature più o meno rilevate.

8) BMX

E’ l’acronimo (Bycicle motocross) che dà il nome a questo tipo di bicicletta piccola, monomarcia, con ruote solitamente da 20 pollici. Ha nella solidità e soprattutto, nella possibilità di eseguire acrobazie, i suoi punti di forza. Con la BMX si possono svolgere gare simili al motocross su tracciati simili a quelli delle competizioni motociclistiche specifiche.

9) BICICLETTA A SCATTO FISSO

Più celebri come fixed gear, le biciclette a scatto fisso stanno prendendo sempre più piede in città e sono caratterizzate tanto dall’essenzialità quanto da colorazioni estrose e dall’adozione di parti (specie le ruote) dal design accattivante. Per il resto la “scatto fisso” è una bicicletta che ha un solo rapporto e nessun meccanismo di ruota libera, per cui è impossibile pedalare a vuoto all’indietro, o smettere di pedalare, Questo tipo di bicicletta adotta anche varianti quali il mozzo flip flop e il sistema frenante a contropedale: il primo è un mozzo con filettature su entrambi i lati che permette così di montare due diversi pignoni e usare l’uno o l’altro smontando e invertendo la ruota; il freno a contropedale è un sistema meccanico di frenata interno al mozzo posteriore e si aziona girando i pedali all’indietro e bloccando così la ruota.

bicicletta-a-scatto-fisso

Saremmo felici di sapere cosa ne pensi...

      Leave a reply

      Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

      Bikool
      Logo
      Register New Account
      Reset Password
      Compare items
      • Total (0)
      Compare
      0